mercoledì 15 marzo 2017

MA CHI E' PIU' AGGRESSIVO IL CANE O L'UOMO - COME RIEDUCARE UN CANE



In questi due mesi, ho potuto constatare che la specie homo sapiens sta dando una vera e propria dimostrazione di se stesso..

Ho sempre sostenuto e sosterrò sempre che il male peggiore che può avere un cane, è quello di possedere un "detentore INADEGUATO", che vive l'animale su basi errate, fondate sull'Aggressività, Dominanza e Saccenza (ostentando il poco sapere con una superiorità quasi Egocentrica).

Finchè i cani avranno questi "detentori", i cani continueranno a vivere male e prima o poi ESPLODERANNO. L'unico aspetto che mi rammarica sta nel fatto che quell'Esplosione Naturale di puro e giustificato disappunto verrà punita ingiustamente.

Come dicevo prima, mai come in questo periodo ho visto e vissuto aspetti di vita cinofila che non rientrano nel mio modo di approcciare e relazionare con i cani.
Cani spinti ad addestramenti (almeno dal mio personalissimo punto di vista) con sistemi che definirei inappropriati, solo con lo scopo di mirare ad avere sulla mensola di casa medaglie e trofei, come trovo inadeguato curare i cani con l'utilizzo di psicofarmaci sulla base di problemi inesistenti e sulla base di una totale o parziale assenza della conoscenza del linguaggio canino. Il farmaco "rimbambisce il cane" e il problema è risolto. Peccato che non funzioni proprio così, i danni  che si arrecano al cane, sia a livello fisico e psichico sono notevoli senza contare che i problemi non vengono risolti, ma rimandati nel tempo con un significativo peggioramento.
Non si può curare un cane con i medicinali solo perchè distrugge casa. Facciamoci la domanda giusta: Perchè il cane distrugge casa? Forse perchè deve sopportare lunghe attese prima di poter uscire di casa a sfogare la sua natura di cane? Quindi annoiandosi si sfoga su oggetti e varie? Non sarebbe più giusto concedergli più uscite al posto di imbottirlo di ansiolitici, calmanti, che lo rimbambiscono? E' sempre più semplice la strada corta che quella dell'impegno nell'accudire il proprio cane impiegando il nostro tempo per lui.

Pensare che 20 anni fa i cani non soffrivano di nessuna malattia fisica o psichica di cui molti dei cani dei giorni nostri sembrerebbero soffrire. Sembrano essere tutti depressi, epilettici, fobici, ansiosi, mordaci ( forse in questo caso perchè ne hanno le scatole piene di noi e ce lo dimostrano come Madre Natura ha insegnato loro), e chi più ne ha più ne metta.

Avere un "Cane Normale"al giorno d'oggi sembra esser diventato difficile, o forse è più difficile avere un "padrone normale"?



Anche in fatto di "padroni" posso aprire un "capitolo". Ultimamente ho avuto l'occasione di conoscere delle vere e proprie chicche. Vedere alcuni detentori utilizzare la coercizione, la forza, la dominanza suggerite da una grande ignoranza e inadeguatezza, che mi spinge a riflettere su Chi è veramente Aggressivo se il Cane o l'uomo. 

L'Aggressività in Natura è utilizzata per Sopravvivere, mentre molto spesso l'uomo la utilizza per primeggiare in qualsiasi ambito.

Forse prima di cimentarsi nell' educare un cane, occorrerebbe perdere un pò di tempo per educare le persone o educarsi a sistemi di apprendimento diverso da quello proposto da quello che la nostra società ci suggerisce. Sembrerebbe che le buone maniere, tutto quello che i nostri genitori e prima di loro i nostri nonni, si sono conquistati sia andato perso nel tempo. Abbiamo fatto tanta fatica per ottenere tante cose, abbiamo sprecato vite intere, perso cari, per ideali giusti, e ora, soprattutto i nostri giovani, sembrerebbero non averli mai incontrati, sempre pronti a lagnarsi per quello che non hanno trattando il loro prossimo come un oggetto, in questo caso il cane. 

Sono pienamente consapevole che queste parole possono risultare sgradite alle orecchie di alcuni, ma in questo mondo non possiamo piacere a tutti.

E come suggerisce "Montemagno" in uno dei suoi bellissimi video, sono convinta che il "non piacere a tutti" mi permette semplicemente di esprimere i miei valori, di prendere delle decisioni che a volte possono piacere o non piacere ai molti. Mi rendo conto che quando comunichiamo, non possiamo sempre essere al Top per qualsiasi Cluster di cliente possibile di questo mondo chiamato cinofilia.
Di certo non "censuro" i miei valori, per tener buone le critiche di "qualcuno" che tanto non sarà o non è un mio cliente. Piacere a tutti per avere successo mi appare più una formula di fisica nucleare, che non rispecchia la realtà del "non piacere a tutti".

Il bello del mio lavoro è QUELLO di lavorare con serenità con i cani ma soprattutto mettere questi ultimi in condizioni tali di esser se stessi, e mostrare ai loro padroni, che con un pò di impegno, si possono vivere senza troppa fatica e grossi dispendi di denaro. Occorre solo IMPEGNARSI E SPINGERSI DALLA LORO PARTE PER COMPRENDERLI, magari con un piccolo bagno di umiltà capire che non sono sempre loro a DOVERSI adeguarsi a noi, ma anche noi possiamo ADEGUARCI A LORO.

Se volete un VIVERE un Cane, ponetevi qualche domanda sensata:
- Ho il tempo giusto da dedicargli?
- Ho le basi giuste per educarlo?
- Se non le ho, dove le posso trovare?
- Ma perchè voglio un Cane?

Sembrano domande scontate, infatti il 98% delle persone non ci pensa proprio, inizia a farsele quando il Cane tanto desiderato, inizia a mostrare il suo DISAPPUNTO, su una gestione magari inappropriata, come ad esempio esser continuamente infastidito con atteggiamenti intimidatori, nati dalla credenza che il "cane deve fare sempre quello che noi vogliamo", oppure perchè deve subire interminabili attese ad aspettare il suo padrone.

Personalmente di fronte a questi aspetti io non riesco più a rapportarmi, e proprio da questo step nasce il mio "NON PIACERE A TUTTI". 
Sono stati proprio i Cani ad insegnarmi quello che so, osservandoli giorno dopo giorno. 
Il Cane mi ha insegnato che per la propria sopravvivenza a volte è meglio far finta di nulla, come diceva Koran Lorenz nell'Anello del Re Salomone:
C’è proprio qualcosa da imparare anche per noi uomini! Io per lo meno ne ho tratto una nuova e più profonda comprensione di un meraviglioso detto del Vangelo che spesso viene frainteso e che finora aveva suscitato in me solo una forte resistenza istintiva: “se qualcuno ti dà uno schiaffo sulla guancia destra…”. L’illuminazione mi è venuta da un lupo: non per ricevere un altro schiaffo devi offrire al nemico l’altra guancia, no, devi offrirgliela proprio per impedirgli di dartelo.". 

Il cane resta una GRANDE RESPONSABILITA', non solo per chi ci vive accanto, ma per tutto il contesto che ci circonda. Noi siamo gli unici responsabili e le nostre Azioni prima o poi possono portare a ripercussioni gravi.

Vi invito a riflettere... 

PER CHI FOSSE INTERESSATO IL 9 APRILE A PAVIA SI TERRA' LO STAGE:

Per informazioni scrivere a 
info@sulleormedellupo.it 
oppure a 
katiaverzaeducazionecinofila@gmail.com 

mercoledì 1 marzo 2017

STAGE: CAPIRE L'AGGRESSIVITA' NEL CANE - 9 APRILE 2017 PAVIA

9 APRILE 2017
17 SETTEMBRE 2017 
PAVIA 


Molto spesso diamo ad un cane il titolo di cane "Aggressivo", senza capirne la ragione. 
La l'Aggressività e la Combattività sono due doti caratteriali del cane che hanno un valore ben distinto e importante.
Ogni razza ha la sua dose di Aggressività e Combattività, certo un Maltese non sarà mai aggressivo come un Pastore Tedesco, o un Golden non sarà mai aggressivo o combattivo come un Malinois, ma ogni cane grande, piccolo, di razza o non di razza possiede queste due caratteristiche.

C'è solo da porre attenzione quando queste due doti in alcuni esemplari sono difetti genetici, oppure "difetti" a causa dell'esaltazione di queste due caratteristiche da parte dell'Uomo, (addestramenti inappropriati).

Queste due "doti", perchè a mio avviso sono "doti", se utilizzate con intelligenza senza essere esasperate, si rivelano utili in quelle attività da lavoro (soccorso, ricerca, difesa, utilità, forze militari).

Cosa è l'aggressività?
E' la capacità di rispondere a una minaccia o a una situazione sfavorevole con un atteggiamento aggressivo.
Per esempio una madre sarà pronta a mostrare livelli di aggressività elevati o moderati se qualcuno si avvicinerà o minaccerà la sua prole.

Questo meccanismo è analogo nel cane utilizzato per la difesa personale o per la difesa del proprio territorio (cane da guardia), se padrone o territorio vengono minacciati da intrusi.

Sono DOTI che devono essere gestite dal Detentore del Cane con Intelligenza.
Cosa fondamentale il detentore deve aver instaurato un Buon Rapporto di Leader nei confronti del proprio cane e di saperlo controllare nelle varie situazioni.

Da non dimenticare: se il Detentore non è una persona equilibrata, coerente, coscienziosa non dovrebbe avere un cane doti particolarmente aggressive come alcune razze possiedono, perchè lo trasformerebbero in un pericolo per se stesso ma soprattutto  per gli altri.

Come abbiamo detto nelle prime righe, c'è molta confusione sul discorso "aggressività", e molto spesso le persone confondono determinati messaggi inviati dai cani, come atteggiamenti inappropriati, per l'appunto aggressivi.
Per capire l'aggressività occorre anche saper leggere il linguaggio corporeo del cane, senza un minimo di conoscenza, si rischia di dare un giudizio sbagliato a quel soggetto, che in quel momento sta cercando di comunicarci un qualcosa.

Questo Stage, nasce con l'idea di far comprendere i tipi di aggressività, come evitare di trovarsi in situazioni noiose.
Come evitare i morsi, capire le situazioni dove si verificano gli attacchi da parte dei cani.
Capire il tipo di morso.
Linguaggio canino 
Comunicazione Non Verbale da parte dell'Uomo.
Come approcciare in sicurezza i cani.



Credo che avere le basi giuste, per capire e crescere il proprio cane sia il primo passo verso, una crescita per entrambi sana e corretta ma soprattutto senza MALINTESI.

Gli argomenti: 

  • Cosa è l’Aggressività
  • Cosa è la Combattività
  • Aggressività Difetto o Pregio
  • Tipi di Aggressività
  • Aggressività verso l’Uomo perché?
  • Aggressività verso altri cani Perché?
  • L’Aggressività è Comunicazione?
  • Leggere i segnali di Aggressività
  • Cosa fare di Fronte ad un Cane Aggressivo: Prossemica
  • Cosa fare per non rendere un cane Aggressivo: Segnali Calmanti
  • Comunicazione del cane
  • Cosa dicono le posture “CNV” (Comunicazione non Verbale)
  • Approccio-Comunicazione: Cane/Cane
  • Approccio-Comunicazione: Cane/Uomo
  • Come deve comunicare l’uomo con il cane
  • Posture corrette da tenere
  • Come approcciare un cane che non si conosce
  • Come toccare un cane che non si conosce
  • Atteggiamenti da evitare

Il corso si terrà a Pavia i
Durata del corso 1 giornata
Orari 9:30 / 12:30 - 14:30 / 17:30
Verrà rilasciato attestato di partecipazione.

Il Corso verrà tenuto da
Katia Verza
Educatrice Cinofila nella Relazione Uomo e Cane
Allevatrice Amatoriale Cane Lupo Cecoslovacco 

Le iscrizioni sono aperte
Per informazioni COSTI e LOCATION  scrivere a: 










STAGE CONSIGLIATO A CHI SI VUOL AVVICINARE ALLA RAZZA DEL CANE LUPO CECOSLOVACCO

LEZIONE DI EDUCAZIONE CINOFILA CIVICA - 12 MARZO 2017




Il 12 di Marzo 2017 a Pavia si terrà la consueta lezione di Educazione Cinofila Civica.
La giornata sarà suddivisa in tre parti. 
Mattino giro in città, dove si lavorerà sulla conduzione responsabile del proprio cane, sul rispetto dell'ambiente e sul come gestire il proprio animale nelle situazioni che ci circondano, sia nel rispetto del luogo che ci ospita. Il Cane deve essere un PIACERE e proprio per questo non deve trasformarsi in un DISTURBO verso gli altri. Quello che piace a noi non può piacere agli altri. Questo pensiero è basato sulla LIBERTA', e dove c'è LIBERTA' c'è anche RISPETTO.

La giornata sarà suddivisa in una colazione a metà mattinata, dove io assegnerò i posti ai nostri amici pelosi, a seconda delle loro personalità, insegnando ai loro padroni a comprendere le dinamiche del proprio cane.



Il pomeriggio si svolgerà o in campagna o al campo. Questa decisione dipenderà dalla valutazione che farò durante l'arco della mattina. 
Lo scopo del pomeriggio sta nell'osservazione dei comportamenti dei soggetti che vi parteciperanno. Durante la giornata sarà possibile approfondire qualsiasi argomento che vi tocchi da vicino.

Il costo della giornata intera per i tesserati è di due bollini, se partecipano a mezza giornata un bollino.
Per chi non è tesserato il costo della giornata intera è di 40,00 euro, mezza giornata è di 20,00. Il costo è riferito a presenza cane. I conduttori dei cani non pagano.
Resta inteso che la colazione e il pranzo sono esclusi dal prezzo.

Per informazioni scrivere a info@sulleormedellupo.it
Le iscrizioni sono aperte fino al 10 marzo 2017.



VISITE ....

La mappa dei nostri Visitatori