mercoledì 21 maggio 2014

GUARDANDO LE MIE FOTO PENSO.... ALLE MIE ORIGINI...


Guardo le foto scattate da Emanuela, insieme a Manny, a Yuki e al Nini.
Le guardo e le riguardo, in loro vedo un pò la mia famiglia.
Manny il nonno di Nini nonché  figlio di Yuki e del mio Eragon. 
Un branco "stretto" in quella che noi uomini chiamiamo "Parentela".
Pensare che tutto è incominciato con Sid.
L'epilogo di Sid, mi fa venire in mente la Fenice, che dalle sue ceneri risorge a nuova vita.
Non avrei mai pensato che dopo tutta quella fatica, per imparare a lavorare nel settore sanitario, un giorno sarei finita seduta in un campo a farmi leccare la faccia da dei "Cosi Pelosi".
Non avrei mai pensato che, dai ferri di una sala operaatoria, medicazioni, padelle, flebo e non cosa meno importante i miei pazienti sarei finita tra, collari, pettorine, guinzagli, cani, e padroni a volte ansiosi, stravaganti, originali.
Passata da un ambiente asettico, dall'aria condizionata ad un ambiente per nulla pulito, fatto di terra, fango, bava, caldo umido, freddo umido, pioggia, e per finire gelo.
Gli zoccoli sono diventati scarponcini, alternati da stivali di gomma.
Non avrei neanche pensato, che questa mia nuova scelta di vita, cambiasse radicalmente pensando non poco sulla mia famiglia, tanto da arrivare a distruggerla.
Ma la vita è sempre molto imprevedibile...c'è un detto che dice: "se vuoi far ridere Dio raccontagli i tuoi progetti.".
Ho conosciuto molte persone, su questo cammino. 
Quando ci penso, mi rendo conto che sono davvero tante.
Alcuni sono rimasti, diventando Amici, altri se ne sono andati e uno di loro ha lasciato un gran vuoto, come vorrei che ritornasse, altri invece sono ritornati con nuove storie da raccontare.
Ma non si può avere tutto dalla vita... occorre anche sapersi accontentare.
Per questo, quando mi prende quello "sconforto umano", guardo i cani. 
Mi siedo tra loro, li osservo nelle loro "faccende da cane". 
Corrono, giocano con la cosa più semplice come potrebbe essere un filo d'erba, danno la caccia a una foglia trasportata dal vento, oppure a un topolino nascosto dall'erba oppure a una lucertola che sè nascosta tra le fessure dei mattoni. 
Assaporano i raggi del sole, oppure scavano una bella buca per accovacciarsi dentro. 
Si accontentano di ESSERE CANI, si accontentano dell'ESSENZIALE.
Questo è quello che conta, e allora lo "sconforto umano sparisce".
Rimango seduta nell'erba, non ho bisogno di chiamarli, loro sono li, accanto a me, questo è quello che conta.
Ci sono dei momenti in cui ripenso alle "scelte di vita", che, come molto spesso capita portano sempre qualche strano risvolto. 
Allora mi chiedo: " se mollassi tutto, sarebbe meglio? le difficoltà sparirebbero?".
Ma poi mi viene la citazione di Thoms Edison: "Molti fallimenti nella vita si segnalano da parte degli uomini che non realizzano quando siano vicini al successo nel momento in cui decidono di arrendersi".... e allora ... "avanti tutta".
Io non sono una persona speciale, e non lo voglio neanche esserlo.
Amo il mio lavoro,  cerco di farlo bene imparando da esso, anche gli errori servono per crescere e migliorarsi.
Mi ritengo fortunata, perchè in questo preciso momento sono padrona della mia vita, delle mie giornate, delle mie gioie e dei miei fallimenti e fare qualcosa che Piace oggi come oggi è già una grande cosa.
Come me, ce ne sono molti atri, che si alzano alla mattina cercando di costruirsi il proprio "27" del mese.
Credo che NOI POSSIAMO considerarci in qualche modo degli "ARTISTI", perchè solo un Artista crede in quello che fa, piange, urla, ride, si sorprende... solo un Artista cade e si rialza Sempre... sempre contando sulle proprie forze... 

Le foto mi hanno ricordato tutto questo, loro i miei cani, anche quelli che non sono miei, ma è come se lo fossero ...  
Anche se una parte dei miei sogni non diventeranno realtà, non importa, costruirò altri Sogni... 

Buon lavoro a tutti quelli che hanno un sogno del cassetto....

Katia Verza











































































Foto Autore Emanuela Amato.
Le immagini sono COPERTE da COPYRIGHT
VIETATO qualsiasi utilizzo intero o parziale senza l'ESPLICITO CONSENSO da parte dell'Autore e la citazione dello stesso.

Nessun commento:

VISITE ....

La mappa dei nostri Visitatori