mercoledì 13 maggio 2015

I NEO PATENTATI DEL CORSO: P.B.C - PATENTINO BUON CONDUTTORE




Domenica 10 Maggio 2015 si è concluso, il primo corso per il Patentino Buon Conduttore. 

Sono stata molto felice dell'esito del corso. Riuscire a mostrare entrambi i lati della medaglia nel possedere e vivere un cane è stata per me una delle soddisfazioni più grandi.
Il cane non è solo: divertimento, compagnia, risate, gadget, immagine, ma è anche tanta responsabilità. Perchè il cane non è un uomo, ma un Cane, con i suoi ritmi, le sue esigenze, le sue motivazioni.

Ora ragazzi, provate ad ascoltarlo con orecchie diverse, cercate di diventare buoni osservatori, pensate sempre a quello che state facendo, cercando di essere realmente con lui quando siete insieme, lasciando a casa pensieri e preoccupazioni, perchè lui vi guarda sempre, ascoltando ogni vostra emozione.

Fate sempre molta attenzione all'ambiente che vi circonda, perchè fuori dal vostro domicilio, non siete più un Binomio ma un Trinomio ovvero Voi, il vostro Amico, e la Società. Ora potete evitare le situazioni noiose, con l'unico vantaggio, di mettere in sicurezza e in serenità il vostro cane, rafforzando così il vostro rapporto con lui andando ad evitare quegli spiacevoli incidenti, che ci possono rovinare l'esistenza.


La giornata non è stata una "passeggiata", i partecipanti hanno dovuto destreggiarsi tra le vie della città, tra i corridoi di un centro commerciale, e nei viali di un parco, incontrando ogni genere di situazione.

Abbiamo toccato numerosi contesti, nonostante il numero dei partecipanti a 4 zampe per l'esattezza 13, i loro conduttori hanno saputo guidarli bene, tenendo ben a mente gli insegnamenti dati. 
Il secondo momento più gratificante è stato il vederli tutti a far colazione insieme, seduti nella piazzetta del nostro bar consueto, in piazza della Vittoria a Pavia Lilly Caffè. 
23 persone sedute con i loro rispettivi cani, senza che nessuno disturbasse il vicino di tavolo. 

VI ho dimostrato, che se capite il contesto e gli elementi che vi fanno parte, tutto è possibile, ora sta a voi...

Vi ringrazio per la vostra calorosa partecipazione e, per la stima dimostrata, dopo le vacanze estive partirà il Secondo livello.
Colgo l'occasione di ricordarvi le nostre prossime giornate didattiche.











Per le iscrizioni scrivere a:
oppure a

Li lascio alle consuete immagini della giornata

Quando siete a spasso con il vostro cane, state sempre attenti a chi è attorno a voi, cercate di non arrecare disturbo, la vostra libertà è uguale a quella degli altri.
Ricordate che la buona educazione e rispetto verso gli altri è grande segno di civiltà






Fate sempre molta attenzione agli altri conduttori, forse danno per scontato che i cani devono essere amici di tutti, ma non è così. Inoltre fate attenzione a chi possiede cani di piccola taglia, di solito i loro detentori pensano che i loro beniamini essendo piccoli non arrecano disturbo e quindi non badano a cosa fanno.




Il vostro cane è sempre attento a tutto quello che lo circonda, cercate di imitarlo.





In città o in un posto caotico, cercate sempre delle zone di sicurezza, per voi, per il vostro cane e per gli altri.



Imparate ad osservare gli altri conduttori. Possono esservi di aiuto per migliorarvi, oppure per capire cosa non dovete fare. Osservando la conduzione altrui potete notare, quanto quel conduttore ha il controllo del suo cane.

Ascoltate sempre quello che il vostro cane vi dice.






Fate attenzione a chi vi passa vicino, soprattutto a chi vive il cane in modo diverso dal vostro.

La città è ricca di stimoli, bici, bici con cani, bambini, ambulanti. Ogni uno di loro è un possibile stimolo per il vostro cane. VIETATO DISTRARSI.

In città possiamo trovare anche chi pensa che il proprio cane pur piccolo sia, non sia un problema e quindi lo vive libero, anche se è vietato tenere cani liberi. Quindi fate sempre molta attenzione. Ancora una volta VIETATO DISTRARSI.




Il cane è diventato una presenza in città, ne possiamo trovare diversi, durante le nostre passeggiate, ma la città non è il luogo giusto per farli giocare, fate sempre molta attenzione ed evitate questo tipo di comportamento.





Quando conducete il vostro compagno a 4 zampe, imparate ad ascoltarlo, non trascinatelo come se fosse un oggetto, ma soprattutto fate attenzione a cosa fa. Ancora una volta VIETATO DISTRARSI.
































































Se non resistete alla voglia di far giocare il vostro cane con un'altro cane da legati, RICORDATEVI mai più di due soggetti.




























Imparate ad ASCOLTARE IL VOSTRO CANE. la passeggiata deve essere un piacere, sia per voi che per il vostro cane. Trascinarlo non ha nessun beneficio sul vostro rapporto con lui.




















































Autore foto: Katia Verza Sulleormedellupo
Le immagini sono coperte da COPYRIGHT 
VIETATO qualsiasi riproduzione intera o parziale senza l'ESPLICITO CONSENSO da parte dell'Autore e la citazione dello stesso.

I COMMENTI DEI PARTECIPANTI

Andrea 
Ciao Katia,
Il corso è stato molto interessante e per nulla noioso, mi è servito tantissimo perché tutte le nozioni teoriche che ho appreso le riscontro tutti i giorni con il mio amico a quattro zampe. Ogni gesto, ogni movimento, ogni abbaio è un piacere riuscire ad interpretarlo perché ti accorgi delle sue esigenze, dei sui stati d'animo ,delle sue richieste e di tantissime altre cose che ti permettono di instaurare un rapporto eccezionale. Un'argomento che mi ha colpito in modo particolare è stato quello del rapporto cane - bambino che per quanto mi riguarda mi ha fatto riflettere, pensare e in alcuni momenti anche preoccupare. Questo corso dovrebbe essere obbligatorio,  per qualsiasi persona che abbia intenzione di prendere un cane.

Infine ti devo fare i complimenti per come hai gestito il tutto, sei stata impeccabile e sempre pronta a qualsiasi domanda!
Buona serata Andrea Fiamberti

Cristina 
Il corso per il patentino del buon conduttore si è concluso con una giornata stancante, faticosa ma divertente e molto costruttiva. Si è di fatto messo in pratica ciò che è stato appreso nelle due giornate teoriche. Tutto ciò che ci è stato detto, spiegato e illustrato l'abbiamo potuto studiare bene da vicino. 
Noi viviamo tutti i giorni con il nostro cane ma difficilmente ci si accorge di tutto ciò che ha bisogno. 
Con questo corso ho imparato che NON devo limitarmi ad assicurarmi che il mio cane ubbidisca ai miei comandi e che non faccia danni, ma devo osservarlo di più. Così facendo capirò meglio le sue esigenze in prospettiva di instaurare un rapporto sano ed equilibrato. 
La giornata di domenica è stata molto impegnativa ma ha portato i suoi frutti. 
La mattina, in città tutti i cani con i rispettivi padroni hanno saputo affrontare una situazione per certi versi difficoltosa. Si sono potute notare alcune cose viste a lezione e si guarda tutto con un occhio diverso, consapevole. 
Il pomeriggio è stato molto divertente vedere i propri cani immersi nella natura, captare i loro sguardi e atteggiamenti per certi versi selvaggi. 
Imparare ad instaurare un buon rapporto con il proprio cane vuol dire viverlo consapevolmente, rispettandolo. 
Vorrei aggiungere che l'attenzione e la passione che ci mette Katia nel suo lavoro, sia con i cani sia con i padroni, è ammirevole! 
Pienamente soddisfatta. 
Spero che possa andar bene. Non è facile far capire a parole ciò che ci hai insegnato. 
Buona serata Cristina Marchetti

Alessandro
Ciao Katia e a tutti quelli che leggeranno questa mail
Vorrei esprimere le mie idee sul corso svolto suddividendolo in più parti
1_location
L'oratorio scelto come location per il corso è risultato perfetto
Zona tranquilla, comodo il parcheggio, bar al suo interno per avere un caffè a portata di mano, ristorante raggiungibile comodamente a piedi di buona qualità.


2_parte teorica
La parte teorica di questo corso ha toccato una grande vastità di argomenti, alcuni appena sfiorati per questione di tempo, altri invece piuttosto approfonditi
La scelta di Katia degli argomenti da affrontare con più attenzione secondo me è stata azzeccata (linguaggio del corpo, modi di esprimersi, modalità di approccio, il branco e le sue regole, cani e bambini, morsi)
Anche se capisco che è un corso di conduzione secondo me  una persona che decide di entrare da zero nel mondo canino, come nel mio caso, avrebbe piacere di ricevere nozioni anche su:
Alimentazione, ,cuccia adatta, antiparassitari, vaccinazioni e visite veterinarie
Chi ha frequentato il corso si ricorderà quando io e Gigliola abbiamo puntualizzato che corsi come questo dovrebbero essere obbligatori per poter possedere un cane, ecco le prime domande che mi son posto qualche mese fa all'arrivo in casa del mio primo cane son state:
Cosa gli do da mangiare?
Dove e come gli faccio la cuccia?
Così piccola sarà meglio il collare antipulci, le pipette o altro?
Che vaccinazioni sono corrette? Quando si fanno? Ne servono altre oltre a quelle consigliate dall'allevatore?
Come scelgo il veterinario?  Che visite necessita il mio cucciolo?
Queste sono solo alcune delle domande che mi son posto i primi giorni e mi son sbizzarrito a leggere e chiedere in giro
Quindi secondo me chi partecipa ad un corso per prepararsi ad accogliere o ha appena accolto in casa il suo nuovo amico gradisce avere un infarinatura generale anche sulle cose più elementari.


3_parte pratica
Una persona piuttosto pratica come me avrebbe voluto tastare più praticamente le teorie dell'aula, magari provando quegli approcci fatti all'università di pavia il giorno stesso della teoria, prima di tutto perché con l'esempio immediato la teoria resta più impressa, nello stesso tempo la giornata scorre più leggera
È ovvio che tutti i partecipanti col proprio cane al seguito produrrebbero solo un gran disordine e impedirebbero così lo svolgimento delle lezioni
Per ovviare al problema io suggerirei di dividere in gruppi i partecipanti e quindi un gruppo porta il cane alla prima lezione e gli altri alle successive in modo da avere 3, 4 cani a disposizione ad ogni lezione per vedere subito le teorie messe in pratica.


4_esami
Per quanto riguarda l'esame teorico
Mi è piaciuto molto il modo in cui è stato corretto, ovvero, domanda per domanda tutti insieme
Momento durante il quale abbiamo potuto confrontarci e dare motivi più o meno validi alle nostre risposte
Esame pratico
Secondo me, siccome l'ultimo giorno sono state invitate persone non del corso, bisognerebbe dividere in due gruppi i partecipanti, da una parte chi deve far l'esame dall'altra chi viene in passeggiata e usare proprio questi ultimi per rendere la vita più dura ai tizi sotto esame, logicamente senza esagerare, ma qualche ostacolo ovviamente programmato da Katia metterebbe un pizzico di pepe alla giornata.


Ok le mie idee le ho esposte
Voglio aggiungere, e non per fare complimenti gratuiti, che sono rimasto colpito positivamente dalla passione, la serietà, l'energia che mette Katia nel suo lavoro, questo la rende molto comunicativa e facilmente comprensibile, quindi molto professionale, brava!!!

Spero che da quel che ho scritto anche solo qualcosina di utile per i futuri corsi si riesca a tirar fuori.
Ciao Katia, ciao a tutti e grazie ancora.

Attilio
Ciao Katia, partire con i ringraziamenti è scontato, ma io lo voglio farlo comunque, perchè ci tengo e, anche se tu ci hai chiesto di esprimere solo il nostro giudizio solo sul corso, in fin dei conti te li meriti.
Parliamoci chiaro, tu te li meriti, perchè dal mio personalissimo punto di vista, sai fare bene il tuo lavoro, sei sempre molto disponibile, rispondi a ogni nostro dubbio, e a tutte quelle domande che molto spesso sono banali e ripetitive. Vivendo per intero una giornata delle tue, riesco ora a comprendere lo sforzo fisico e mentale nel stare dietro a tutto, cani, persone, ambiente. Domenica ti ho vista stanca, ma anche soddisfatta e penso che per una Professionista come te sia una gran bella soddisfazione. Ho partecipato con immenso piacere al corso che hai tenuto. Sono contento perchè mi hai dato l'opportunità di aprire gli occhi sul quel mondo che pensavo di conoscere. 
Comprendere gli stati d'animo dei nostri cani, migliorando la comunicazione con loro, ma soprattutto riuscire a capire i cani che non ci appartengono, quelli che di solito si incontrano per strada, evitando così spiacevoli incidenti, non è poca cosa. Hai trattato argomenti che purtroppo in Italia, come forse in tutto il mondo, tendono ad essere evitati, perchè scomodi, oppure perchè è più semplice dar la colpa al cane senza assumersi le proprie responsabilità.
Per la società il cane ha sempre torto, non ci si ferma a capire il contenuto dell'evento, cercando di comprendere lo stato d'animo dell'animale, come ci hai sottolineato al corso: "l'uomo difficilmente ammette le proprie colpe", figuriamoci davanti ad un cane, che non può dir la sua.
Sembrerò banale, ma ho davvero scoperto un nuovo modo di comunicare con il mio cane e per me tutto questo è affascinante. Si trovano intese, si vive l'un l'altro senza problemi con molta più serenità-
Poi se un corso viene fatto da una persona, che riesce a trasmettere il suo pensiero con semplicità, allora penso: "cavolo allora è così" ... "Io ho vissuto il mio cane fino ad oggi senza cogliere realmente quello che la mia Bella mi diceva, io non ho capito il mio compagno, il mio migliore amico".
Forse se si imparasse a capire di più il linguaggio del cane, forse dico forse, molte persone smetterebbero di maltrattare, abbandonare, ignorare il proprio cane.
Trovo che tu abbia la capacità di trasmettere i concetti in modo davvero semplice e farli arrivare a tutti.
Mi sei stata di grande aiuto con questo corso, soprattutto per il mio rapporto con "Bella", superare la sua timidezza non è sempre così facile, ma dall'inizio, dino ad oggi sento che entrambi abbiamo fatto passi in avanti, entrambi uno verso l'altro. Mi sento in sintonia con Lei e, questo per me è il più bel traguardo.
Voglio sperare che tutto questo abbia un seguito al di là delle nostre lezioni, voglio avere il secondo livello.
Sei Mitica, e ti vogliamo bene e il tuo corso è stato fantastico. Un abbraccio, buona serata da Attilio Caponnetto e Bella.

Luisa 
Quando ho saputo che c'era la possibilità di seguire questo corso per conseguire il patentino di primo livello di Buon Conduttore, ho subito deciso di iscrivermi con entusiasmo.
Pur amando moltissimo i cani e avendo già Peter da otto anni, non avevo mai approfondito in modo "tecnico" tutti gli argomenti che si sarebbero trattati durante il corso. Da sette mesi poi, insieme al mio fidanzato, vado a fare volontariato in canile e quindi mi è sembrata davvero un'ottima occasione per iniziare a diventare un po' più esperta di questo affascinante mondo che è la nostra vita con i cani.
Durante le prima lezione teorica ci siamo focalizzati soprattutto sulla comunicazione del cane, che è molto utile conoscere per poter captare e interpretare al meglio tutti i segnali che il nostro amico a quattro zampe ci lancia ogni giorno, sia a casa, sia quando siamo in passeggiata. Abbiamo approfondito i vari tipi di aggressività nel cane e abbiamo anche visto le posture e le modalità corrette da tenere quando dobbiamo avvicinarci ad un cane che si incontra per la prima volta. A mio avviso è stato spiegato tutto in modo molto chiaro e ora, riesco a capire molto più facilmente cosa mi stanno dicendo il mio cane o i cani del canile, quando siamo in passeggiata.
La seconda lezione è stata più forte perchè oltre a trattare il tema del delicato rapporto tra cani e bambini, si parlava di morsi; abbiamo letto diverse storie, di cui alcune vere e proprie tragedie, con protagonisti sia adulti che bambini che sono stati azzannati o sbranati. Quando è capitato di sentire queste notizie al tg, sembrava non esserci spiegazione, ma man mano che ci addentravamo nella lezione insieme a Katia, diventava subito molto più chiaro il perchè del gesto del cane. Tranne qualche raro caso di pazzia, il cane agisce sempre per una sua logica e istinto ben precisi, che noi dobbiamo imparare a conoscere e anche a prevenire per evitare il peggio.
Io sono sempre stata una convinta dell'assoluta buona fede del cane e fin da piccola correvo ad accarezzare tutti quelli, grandi e piccoli, che incontravo per strada. Anche in canile ho iniziato con una buona dose di incoscienza, abbracciando e strapazzando di coccole anche cani di una certa taglia, di cui non conosco il passato. Quindi, vedere quelle immagini e sentire il parere di Katia, mi hanno spinta a fare autocritica, rendendomi conto che non sempre mi ero comportata al meglio, mettendo a rischio me stessa, i padroni e anche i cani, perchè se malauguratamente fosse capitato qualcosa, sarebbero andati sicuramente loro nelle grane. Confesso di aver attraversato anche un periodo di paura, nuovo per me, soprattutto coi i cani più grossi del canile, dopo la seconda lezione. Ma ora la nuova consapevolezza che ho acquisito, ha sviluppato in me il modo e il sentimento più giusti per approcciarsi ai cani.
Inoltre, forse perchè io ho un barboncino ed è più facile farlo, ho sempre piuttosto umanizzato i cani; non al livello di quelli che li portano nel passeggino, o li riempiono di vestitini, fiocchi e scarpette, ma comunque attribuivo loro sentimenti e modi di pensare umani. Dopo questo corso ho capito che il modo migliore per amarli come meritano è considerarli sì come degli amici, i migliori per l'uomo, ma tenendo sempre presente che loro sono diversi da noi e hanno determinate esigenze ed istinti e comportamenti che vanno rispettati.
Un'ultima considerazione sulla terza ed ultima lezione pratica, molto impegnativa e stressante ma quanto mai bella ed interessante, dove abbiamo potuto mettere in pratica le cose che avevamo imparato precedentemente. Soprattutto per me e per Peter è stata un'esperienza indimenticabile che mi ha aiutata a capire quanto possa fidarmi di lui.
Forse sono andata fuori tema e mi sono dilungata ma volevo esprimere tutti i sentimenti che questo corso ha smosso dentro di me. Penso che oltre alle competenze, un buon corso debba anche lasciare spunti di riflessione costruttivi e questo me ne ha lasciati parecchi. Sono arrivata avendo delle mie idee e strada facendo le ho modificate. Tutto questo è sicuramente grazie a Katia che con semplicità e dedizione ci ha trasmesso tutta l'energia e la passione che mette nel suo lavoro di tutti i giorni con i cani. Grazie!

Luisa Cozzi.

Gigliola
Eccomi, carissimi tutti... Ho letto le osservazioni, i commenti, gli apprezzamenti.. Dei miei colleghi corsisti: e devo dire che hanno espresso ogni mio pensiero e riflessione.. Mi associo e condivido i loro scritti, condivido anche il suggerimento di ale, a volte le cose più semplici sono quelle che ci sfuggono. Durante  il corso del buon conduttore, Katia ci ha condotto un po' per mano.. Facendoci attraversare argomenti ora tecnici ora veramente crudi, vedi il capito dei morsi.. Ma essenzialmente (e me ne sono accorto solo l'ultimo giorno) ha fatto del gruppo di corsisti un Gruppo. Io non conoscevo nessuno è mi solo sentita parte del branco. Nella giornata in città, impegnativa, stancante... Tutto quello che è stato.. Ho visto anche un branco di cani fare tutt'uno con il branco degli uomini... Ho visto i nostri cani impegnarsi con noi. E viceversa! Se l'obbiettivo del corso è anche creare, fortificare questa alleanza è stato pienamente raggiunto con una naturalezza sorprendente. Se posso aggiungere una riflessione per i posteri direi: per prendere in affido un cane (specie se un CLC), per farvi insegnare come può essere emozionante la vita con il vostro  cane... E per tutto quello che lo riguarda affidatevi a persone serie, preparate e sensibili. Noi del primo corso abbiamo incontrato Katia e per questo siamo stati molto fortunati. Ringrazio i colleghi per avermi fatta sentire nel branco e ringrazio i vostri quadrupedi perché  domenica mi hanno regalato una bella giornata senza complicazioni. E per finire a Te LUPO ALFA tutta la mia stima e per la cura che avuto di tutti... Il mio abbraccio. Gigli Gigliola       P. S. Per tutti gli errori che scoprirete... Portate pazienza, grazie P. S. Per chi non lo sa! Lupo ALFA è Katia.
Gigliola Gigli

Nessun commento:

VISITE ....

La mappa dei nostri Visitatori