lunedì 5 marzo 2018

VORREI CHE IL MIO CANE FOSSE... MENO ESUBERANTE....




Sono sincera, ultimamente ho le idee confuse su certi proprietari che non capiscono la natura del proprio cane, pur acquistando o adottando cani di una certa "razza", lamentandosi in seguito dell'esuberanza del proprio soggetto.
La loro idea sul cane è quella che il cane debba eseguire i comandi come un soldatino e fare la marionetta a comando con gli amici o con gli altri cani, e poi sempre a comando rientrare nei ranghi.

MI SPIACE NON FUNZIONA COSI'!!!

Quello che PERSONALMENTE non capisco, sta nel fatto che in certe occasioni ho grandi difficoltà a far capire ai bipedi, che in sostanza il cane non è un uomo, (per fortuna), e che è regolato da  ISTITI BEN PRECISI, DA REGOLE, E DA UNA LOGICA DIVERSA DALLA NOSTRA. 

Questo aspetto del mio lavoro mi demoralizza, perchè sarebbe così facile la convivenza tra uomo e cane, se l'uomo la smettesse di vedere il mondo del cane con le tapparelle abbassate, se iniziasse ad alzarle un pochino facendo entrare un pò di luce e magari arieggiando quella cosa appoggiata sulle spalle chiamata comunemente "testa", sono sicura che le cose sarebbero meravigliose per entrambi.

Molti mi chiedono come correggere l'Esuberanza del proprio cane. Ma perchè occorre CORREGGERLA?.
In tanto occorre farsi qualche domanda per non GENERALIZZARE IL PROBLEMA e le domande potrebbero essere: 
  • quanti anni ha?
  • perchè il mio cane è esuberante?
  • cosa sbaglio? Cosa c'è nel mio comportamento che lo rende così eccitabile?
  • di che razza è? oppure che cosa c'è dentro a quel "mix/incrocio"?
  • quanto tempo sta da solo?
Questi sono solo alcuni PUNTI da iniziare a tenere in considerazione. 

In tanto occorre iniziare a capire e fare una NETTA DISTINZIONE tra l'Educazione Gentile, e tra un Educazione si Gentile ma quando serve Severa, (basti pensare come agirebbe una mamma lupo con un cucciolo indisciplinato, se diventa severa lei, non capisco perchè noi dobbiamo andare contro la logica della natura).

Quando sono nata come Educatore Cinofilo, era il tempo in cui nasceva l'Educazione Gentile, e il corso si basava in parte anche su quello. Dovete sapere,  che dopo che ottenni l'attestato, presi tutto quello che avevo studiato, e lo buttai nella pattumiera, perchè l'Educazione Gentile con certi cani non funziona proprio, soprattutto se questi sono Cani Lupo Cecoslovacchi. Dovetti mettermi seduta con tanta pazienza, riprendere a studiare da altre fonti, non italiane, guardarmi non pochi filmati sui documentari, e analizzare determinati comportamenti del mio branco e dei cani che iniziavo a lavorare. Furono proprio i  cani a farmi CAPIRE DOVE STAVA L'ERRORE.

Con gli anni sono diventata sempre più convinta, che l'educazione gentile non sia nata per favorire un'educazione meno coercitiva, ma sia nata solo con lo scopo di approcciare quella fetta di pubblico, di detentori "ansiosi, timorosi, preoccupati, incapaci di gestire il proprio cane, pensando di conquistarlo con le "moine" al posto di una Leadership ferma e coerente". 
A mio avviso, visto il crescente uso di ansiolitici da parte dell'uomo negli ultimi anni, credo che la cinofilia moderna si sia adeguata al momento, creando qualcosa di analogo, conquistandosi così quella fetta di pubblico, avvallando  ogni giorno di più, le paure, le ansie, le preoccupazioni di quei detentori, molto spesso senza risolvere i problemi dei binomi ma amplificandoli.

Volete sapere qual'è il segreto per impostare una buona educazione per il proprio cane?

Sarebbe quello di iniziare fin da subito un EDUCAZIONE CORRETTA, nei confronti dell'animale che vi portate a casa, evitando: VIZI, USO IMPROPRIO DEI COMANDI CON PARZIALE O ASSENZA DI TOTALE COERENZA. E' nel momento stesso in cui noi iniziamo la convivenza con il nostro cane, che noi ci giochiamo le BASI della CORRETTA DISCIPLINA  e del RISPETTO RECIPROCO (ruoli - branco).

Noi per lui, dobbiamo essere come UN LEADER, e non un gioco, o un fornitore di bocconcini. Se ci comportiamo come il suo giocattolo, o come un distributore di premi, capirà istantaneamente di aver la partita vinta, e nella sua piccola ma laboriosa testolina, avrà già formulato il seguente pensiero: "tanto non mi farà nulla, posso fare quello che voglio!.










QUANTI ANNI HA IL MIO CANE?

L'Esuberanza di un cane, dipende in primis dall'età, un cucciolo o cucciolone (dai 7 mesi ai 15 mesi/2 anni) sarà molto più esuberante di un soggetto adulto.
L'età incide sul comportamento del cane soprattutto se è giovane, avrà voglia di esplorare, apprendere,  mettendo in atto determinati comportamenti. 
Questo modo di agire gli serve per testare le varie reazioni dell'ambiente e delle persone che lo vivono o che incontra.
Tutto ciò che andrà a buon fine per lui, lo ripeterà aumentando l'energia, affinando il modo di interagire, arrivando in fine a consolidare quel determinato comportamento.

E' per quello che l'educazione si insegna già dal primo momento che il cucciolo o cucciolone varca il confine di casa nostra, grande o piccolo che sia, le regole devono esser ben chiare fin da subito. In caso contrario ci vorrà del tempo per tornare indietro e ricominciare da capo. 
Il vero problema non è tanto rinchiuso nel cane, ma nel proprio detentore che dovrà smantellare le  vecchie idee sull' educazione, per inserirne delle nuove e procedere su una strada diversa. 
Ancora una volta le nostre "cattive abitudini, saranno quelle del nostro cane" o più semplicemente " il nostro cane sarà, quello che noi gli avremo permesso di essere".

Un esempio: se io permetto al mio cane di saltarmi addosso, sarà naturale per lui saltare addosso a tutti quelli che incontra, soprattutto se alcuni nostri amici, magari anche loro possessori di cani, lo salutano facendolo esaltare, esultare, eccitare. 
E' normale che il cane ripeterà questa azione con tutti indistintamente, magari saltando addosso a chi non apprezza i cani come noi, finendo per esser giudicati come cattivi possessori di cani maleducati.

Il Cane soprattutto se è giovane, non capisce la diversità tra un'individuo e l'altro, di conseguenza non capisce con chi può attuare certi comportamenti e con chi no. 
Come fare? Semplice, dobbiamo modificare questo suo atteggiamento evitando di enfatizzare il saluto dopo una separazione, evitando che anche altri lo salutino eccitandolo. Il cane solo quando si sarà calmato potrà essere avvicinato e salutato. Attuando questi piccoli accorgimenti, si otterrà un nuovo modello comportamentale, ottenendo in fine un cane più calmo e più gestibile. Iniziate fin tanto che è cucciolo.

Inoltre il cane quando salta addosso a qualcuno, lo fa anche per verificare la sua reazione, e di conseguenza trarne dei vantaggi. Il cane "testa" sempre la coerenza e la personalità di ogni individuo.








PERCHE' IL MIO CANE E' ESUBERANTE???


L'esuberanza del cane può essere data dall'età, come spiegato poc'anzi, ma può essere anche data dall'inattività, oppure dalla poca presenza del proprio detentore, ( causata per motivi di  lavoro e/o svogliatezza di occuparsi del cane dopo la novità del cucciolo, e così via ).
Quando acquistiamo un cane o decidiamo di adottarne uno, dovremmo sempre tenere in considerazione la razza di appartenenza. 
Un Maltese non sarà mai esuberante come un Cane Lupo Cecoslovacco, o per lo meno un Maltese grazie alla sua piccola mole sarà molto più gestibile di un cane di taglia grande.

L'inattività per un cane, è il più grosso danno che gli si possa arrecare. E' normale che al rientro del proprio padrone, lui o lei manifesti grande energia nel saluto, che sfoci in corse sfrenate, salti, balzi, morsi, un tripudio di EUFORIA. Questa Euforia, andrebbe placata IGNORANDO IL CANE, quando il cane si sarà calmato solo allora, lo si potrà chiamare e quindi salutare. Siete voi che gestite il momento e non lui. Con il passare del tempo, il cane capirà come ci si deve comportare, e il saluto diventerà molto più piacevole per entrambi e molto più profondo. Un cane che ti devasta, a lungo andare diventa un problema.
Poi occorre vedere se il cane vive in appartamento o con casa con giardino. E' vero il giardino non è sinonimo di felicità per un cane, ma per lo meno durante le ore di assenza del padrone nel giardino potrà fare il cane, occupandosi della guardia, di perlustrare il proprio territorio, marcarlo, abbaiando a chi passa vicino al confine, magari scavando una bella buca, decidendo di sdraiarsi al sole o all'ombra se stare sotto la pioggia oppure no.  
Ora immaginate il cane che vive chiuso in appartamento, tutte queste attività gli  saranno precluse, di conseguenza nella maggior parte dei casi, avremo cani più reattivi, nervosi, agitati, difficoltà nell'ascolto dei comandi, difficili da gestire in alcune situazioni,








PER CHI VOLESSE PARTECIPARE ALLE NOSTRE LEZIONI, CORSI, STAGE, CONSULENZE TELEFONICHE
PUO' CONTATTARE I SEGUENTI RECAPITI:


Tel. Cell.: +39 340 566 43 88






IN COSA SBAGLIO? COSA C'E' NEL MIO COMPORTAMENTO CHE LO RENDE COSI' ECCITABILE?


Noi dovremmo comportarci da Leader, quindi assumere un comportamento fermo, deciso, calmo. Non siamo il suo giocattolo ne il suo distributore di premi. Noi siamo LEDER e come tali ci dobbiamo comportare.
Un Leader cosa deve fare? Prima di tutto, un buon Leader, dovrebbe conoscere alla perfezione o quasi il linguaggio corporeo del suo cane, i suoi istinti, la particolarità della razza che ha scelto e le sue esigenze, di conseguenza saprà come comportarsi per non rendere il cane troppo esuberante o eccitabile. Fatto questo dovrà impostare un'Educazione mirata al conseguimento di un Buon Rapporto basato sulla Fiducia. 

Se io acconsento al mio cane di fare quello che vuole della situazione o di me, non potrò pretendere ubbidienza quando il caso lo richiede, e non potrò neanche pretendere il suo rispetto, perchè il cane mi vedrà nel cerchio della gerarchia come un subalterno da comandare a piacimento.














































DI CHE RAZZA E'? OPPURE E' UN MIX?

La razza ha la sua importanza sulla nostra convivenza con lui. 
Il mio suggerimento, è semplicemente questo: non acquistate o adottate solo guardando l'aspetto, ma per prima cosa valutate il carattere, il suo comportamento, il suo temperamento e il motivo di quella selezione, fatto ciò vi renderete (se vi dimostrerete saggi) conto da soli, se vi potete permettere di vivere "quel tipo di cane".
Le selezioni non sono nate per la bellezza ma per l'utilità. 
La stessa cosa vale per un Mix, ad esempio: un incrocio di Pastore Tedesco e Border Collie, ci farà sospettare che diventerà un cane di medio/grande taglia, inoltre la sua indole viste le caratteristiche dei genitori (due cani da pastore), sarà quella di un cane attivo, reattivo, con grande bisogno di movimento, di conseguenza andrà vissuto applicando certe regole, e un certo impegno nella sua educazione. Un incrocio di questo tipo, non è propriamente un cane da far vivere in appartamento, ma in una casa con spazio per farlo muovere liberamente.












QUANTO TEMPO STA DA SOLO?


Se lasciamo troppo tempo il cane da solo, oltre a renderlo molto eccitabile, nervoso, reattivo, (soprattutto per quei soggetti che rimangono per diverse ore rinchiusi in appartamento), rischiamo di ledere anche alla nostra Leadership. Crescerà con l'idea che l'unico a cui dar conto, sarà solo a se stesso. Per fortuna non tutti i cani manifestano questo tipo di comportamento, ma se lasciamo un cucciolo o un cucciolone troppo tempo da solo nei primi attimi di convivenza con noi, rischiamo di cadere in questo tipo di errore.








Allevamento Amatoriale Cane Lupo Cecoslovacco
Addestramento - Educazione dedicata alla razza del Cane Lupo Cecoslovacco 
e non solo.
Educazione Cinofila - Educazione Cinofila Civica

PER CHI VOLESSE PARTECIPARE ALLE NOSTRE LEZIONI, CORSI, STAGE, CONSULENZE TELEFONICHE
PUO' CONTATTARE I SEGUENTI RECAPITI:


Tel. Cell.: +39 340 566 43 88



Foto Autore: Katia Verza
Le immagini sono coperte da COPYRIGHT
VIETATO qualsiasi riproduzione intera o parziale senza l'ESPLICITO CONSENSO da parte dell'Autore e citazione dello stesso.

Nessun commento:

VISITE ....

La mappa dei nostri Visitatori