mercoledì 2 maggio 2018

QUAL'E' IL MODO PER FAR SENTIRE IL PROPRIO CANE UN RE???

Il rapporto con gli animali domestici è cambiato radicalmente negli ultimi 40 anni.
Prima il cane era libero di essere se stesso, libero di muoversi, libero di correre quando gli pareva, così per lo scavare, sdraiarsi al sole o sotto la pioggia, fare a botte con il rivale - sempre senza gravi conseguenze alla mala peggio con quale graffio - libero di abbaiare a chi gli pareva, libero anche di allontanarsi da casa, per poi ritornare stanco, ma soddisfatto.
Tutto questo, non lo vediamo più, ovvero non lo vediamo più nei nostri contesti urbani, mentre in alcune zone limitrofe alle città oppure in alcune regioni d'Italia - sud - i cani sono ancora lasciati, per così dire a se stessi.

I nostri contesti urbani, ci impongono delle regole, delle responsabilità, ed è giusto che sia così, in primis per la sicurezza del nostro animale, secondo perchè il nostro animale non deve essere un pericolo per gli altri. 

Ma cosa è una città? Perchè c'è bisogno di regole?
La città è un'insediamento "umano", esteso e stabile che si differenzia notevolmente da un piccolo paese, sia per dimensioni, sia per densità di popolazione.
Le prime vere città sono a volte indicate come grandi insediamenti nei quali gli abitanti non si limitavano a coltivare le terre circostanti, ma cominciavano ad avere occupazioni specializzate, e nelle quali il commercio, l'immagazzinamento dei cibi e il potere erano centralizzati. Quindi le persone, col passare del tempo, si sono concentrate in questi luoghi, per lavorare, per viverci, arrivando così fino ai giorni nostri, agevolando la vita degli individui, e nello stesso tempo complicandola.

Gli animali un tempo venivano percepiti per quello che erano, ovvero "animali", e per assurdo, venivano - forse inconsapevolmente, perchè c'era altro a cui pensare - rispettati molto di più di quello che accade ai giorni nostri.

Oggi si tende ad umanizzare troppo, qualsiasi animale. Ci sono video che lo testimoniano. Ad esempio c'è la "moda" di vestire gli animali. Oggi giorno, se ne vedono di tutti i colori, e sembra che questo scempio non abbia mai fine. 

Come dicevo di tutti i colori, non abbiamo neanche risparmiato le galline.
- foto tratte da internet - 
Per la ricerca su google mettete ad esempio la seguente dicitura: vestiti per galline e vi si aprirà un mondo












Voi pensate che 40' anni fà, e oltre, c'era il tempo di pensare a cose del genere? Io credo di no, credo che ci fossero altre priorità, per la fortuna degli animali.


Quindi in città si vive per lavorare, per commerciare, per produrre, capite da soli, che la natura di un cane, con questo tipo di ambiente non è che si sposa molto, e di conseguenza, noi dobbiamo EDUCARE, ALLENARE, ADDESTRARE - usate voi il vocabolo che più vi piace - il nostro Cane, e far si che lui, in qualche modo si adegui a tutto questo.
Un Cane che ha a disposizione, spazio per correre, la libertà di muoversi - anche in autonomia, come capita in certi luoghi - sarà un cane, completamente diverso, nel modo di affrontare e interagire con il mondo che lo circonda.

Dovete, pensare allo sforzo e alle tensioni che un cane urbano, deve sopportare per vivere al nostro fianco. Quindi è proprio su questa nota dolente, che sono nate negli ultimi anni, le cose più strampalate per i cani, facendo leva sui sensi di colpa dei proprietari. Un vero e proprio Business, molto spesso a discapito del cane.

Quanti aspetti riguardante la natura del cane, gli sono stati preclusi? A quante cose il cane deve rinunciare? Personalmente io credo molte.

Cosa occorre fare, per far sentire un Cane un Re, e far sentire Re il suo padrone?
A parte, fornire al cane, un cibo equilibrato, un posto per dormire al riparo delle intemperie, le cure veterinarie adeguate per il suo stato di salute, io credo una sola cosa, la LIBERTA' di essere CANE, la LIBERTA' di correre felice, di rapportarsi con gli altri in modo naturale, di sentirsi appagato. E cosa c'è di più bello di un momento di pace, e serenità lontano dal caos cittadino. Un Momento di Pace che non solo fa bene al Cane, ma fa soprattutto bene anche all'uomo.

Non sto dicendo, che solo chi vive in contesti non urbani, si possa permettere un'animale, io suggerisco solo di pensarci bene, valutando il proprio tempo a disposizione per la cura e il benessere psico-fisico dello stesso, focalizzando i veri BISOGNI dell'animale.




Per chi fosse interessato alle nostre lezioni, corsi, stage, consulenze, può contattare i seguenti recapiti:
sulleormedellupo@gmail.com

Tel.Cell.: +340 566 43 88





















Allevamento Amatoriale Cane Lupo Cecoslovacco
Addestramento - Educazione Cinofila dedicata alla razza del Cane Lupo Cecoslovacco
Educazione Cinofila Naturale - Educazione Cinofila Civica

di Sulleormedellupo - Katia Verza 

sulleormedellupo@gmail.com 
katiaverzaeducazionecinofila@gmail.com 

Tel. Cell.: +39 340 566 43 88

Nessun commento:

VISITE ....

La mappa dei nostri Visitatori