giovedì 27 settembre 2018

LEADER E GERARCHIA VANNO A BRACCETTO???



Da che l'uomo ha messo piede sulla terra, c'è sempre stato un "elemento guida", "un capo", "un leader" da seguire o a cui fare riferimento. 

Infatti come mi è capitato di leggere ultimamente, (fonte Franco Angeli Edizioni) "sintonizzarsi con i collaboratori è un responsabilità del Leader che si basa su RISPETTO e FIDUCIA RECIPROCA. 
Non sei un Leader, perchè qualcuno ti ha dato un ruolo, sei un Leader se quel ruolo in qualche modo ti viene riconosciuto. Una Leadership efficace è un processo in continua evoluzione. Un Leader prima di guidare gli altri deve sapere GUIDARE SE STESSO, e per farlo deve conoscersi molto bene."

Leggendo questo stralcio, a mio parere, non si distanzia molto da quello che accade in natura. 
Un buon Leader/Alfa non lo diventa perchè è stato deciso così, ma lo diventa in base a un percorso evolutivo di "quel soggetto/individuo", fatto di esperienze, che a loro volta lo faranno agire in un determinato modo, ottenendo così il RISPETTO  e la FIDUCIA RECIPROCA del suo branco. 
Non bisogna dimenticate che in Natura i Leader/ALFA sono quelli che trasmettono il corredo genetico alla prole quindi: carattere/forza/intelligenza/tempra/buona struttura fisica, e sono loro che attraverso decisioni come: scelta del luogo dove cacciare, procreare, allevare, vivere determinano la sopravvivenza e prosperità del branco. 
Un Leader porta sempre vantaggi mai svantaggi.

Penso ai cani, li osservo quando giocano tra di loro, potrei ridurre quello che vedo a una sola parola - SOCIALIZZAZIONE - ma mi rendo conto che ancora una volta è molto riduttiva.
Attraverso il Cane Lupo Cecoslovacco, mi sono resa conto di un particolare, che la fascia d'età DETERMINA la risposta del soggetto che abbiamo di fronte.
In questo periodo  ho lavorato con diversi cuccioli, di diverse età 3 mesi, 5 mesi e 7 mesi.
TRE risposte diverse da parte di un soggetto adulto di femmina di Cane Lupo Cecoslovacco.

La femmina in questione è la mia Katia Sulleormedellupo che in questo gruppo ha assunto il ruolo di Leader.
Noto che con i piccoli all'inizio dell'approccio risulta essere severa, testa subito la loro risposta alla sottomissione, se non si buttano immediatamente a pancia all'aria, allora lei provvederà a far si che ciò accada, tormentandoli con la bocca, oppure schiacciandoli con il corpo. 
Una volta che il cucciolo ha compreso il meccanismo, a quel punto diventa più permissiva, invitando il cucciolo a seguirla nell'esplorazione del campo, al gioco, lasciando che il piccolo prenda confidenza, sia con il posto,  con lei o con gli altri membri di quel gruppo. Man mano che questa esplorazione procede, accade un'altro particolare, il cucciolo acquista sicurezza e senza rendersene conto viene spinto volutamente ad atteggiamenti irruenti o troppo confidenziali e in quel momento, la Leader di quel gruppo, in questo caso Katia, ricorda al ospite il RUOLO che dovrebbe tenere, ovvero quello del CUCCIOLO, sgridandolo utilizzando la bocca, atterrandolo e schiacciandolo utilizzando il peso del suo corpo, tutto condito con una sorta di vocalizzo ringhiottoso.

Vista così si potrebbe dire che Lei ha minato la sua fiducia spingendolo a fare, per poi punirlo, non è vero. 
Lei gli ha insegnato che con determinati atteggiamenti, si ottengono determinate risposte, che ci sono dei confini/ranghi che vanno rispettati in caso contrario si viene puniti e rimessi al proprio posto.
Attraverso le punizioni, si imparano i ruoli, gli atteggiamenti giusti per evitare conflitti, e la comunicazione.

E' UN GROSSO ERRORE, pensare che una PUNIZIONE sia solo una VOLGARE PUNIZIONE, un'infliggere sofferenza/umiliazione/dolore, una PUNIZIONE se fatta con i CRISMI GIUSTI, è FONTE DI INSEGNAMENTO. 
.
Se vogliamo possedere dei cani equilibrati, ( naturalmente occorre anche vedere il carattere del proprio cane, un cane con una tempra e un temperamento forte, dovrà esser sempre seguito con attenzione, non fate l'errore di pensare che con una semplice educazione o poche lezioni di risolvere o aver sotto controllo il vostro cane, perchè per conoscere bene a fondo quell'essere che noi abbiamo voluto con tanto ardore, dobbiamo costruirlo giorno dopo giorno, come accade per le RELAZIONI SOLIDE basate sulla FIDUCIA E IL RISPETTO RECIPROCO ) dobbiamo lavorare fin da subito con lui, portarlo a conoscere il mondo, soprattutto i suoi simili, un cane che ha una buona comunicazione, oltre a non trovarsi in situazioni di stress, diventa anche un cane facile da comprendere.

Quindi quando parliamo di Leader/Gerarchia/Socializzazione stiamo parlando sempre della stessa cosa, un'aspetto non esclude l'altro. Senza uno non può esistere l'altro. 

Per chi fosse interessato al nostro lavoro, educazione cinofila civica, naturale, stage, corsi, formazione, può contattare i seguenti recapiti: 
sulleormedellupo@gmail.com 
katiaverzaeducazionecinofila@gmail.com 

Tel. Cell.: +39 340 566 43 88

























Allevamento Amatoriale Cane Lupo Cecoslovacco
Addestramento - Educazione Cinofila dedicata alla razza del Cane Lupo Cecoslovacco
Educazione Cinofila Naturale - Educazione Cinofila Civica
Sulleormedellupo di Katia Verza 


Tel. Cell.: +39 340 566 43 88


Autore Foto: Katia Verza
Le immagini sono Coperte da Copyright, VIETATO qualsiasi utilizzo intero o parziale senza l'Esplicito consenso da parte dell'Autore e la citazione dello stesso. 



Nessun commento:

VISITE ....

La mappa dei nostri Visitatori