mercoledì 3 ottobre 2018

14 OTTOBRE 2018 - GIORNATA DIDATTICA PRATICA - EDUCAZIONE CINOFILA CIVICA



Il 23 settembre 2018 si è tenuta la giornata dedicata all'Educazione Cinofila Civica, si è rivelata una giornata piuttosto impegnativa, non solo per il numero dei partecipanti - presenze canine - ma per la loro fascia di età e per il sesso di appartenenza. 5 maschi dai 7 mesi ai 6 anni e solo una femmina di 2 anni.
Molti pensando che un maschio insieme ad un'altro maschio facciano casino, si in effetti possono farlo, ma si con il modo giusto si possono comunque fare tante cose insieme. Non sono mancati in alcuni momenti creste alte o ringhi, ma nonostante tutto siamo andati ovunque, dal bar per la colazione, al ristorante, con le giuste disposizioni, con la giusta attenzione, abbiamo condiviso piacevolissime ore insieme ai nostri cani.
Il cane prima di tutto è RESPONSABILITA', poi forse MODA.
Dobbiamo ricordarci, il senso CIVILE, di quando siamo in mezzo agli altri, perchè quello che piace a noi, non può piacere agli altri. Quindi il RISPETTO degli spazi è fondamentale, per una buona convivenza e rispetto verso chi condivide con noi quello spazio.

Non sono mancate le difficoltà causate dalle leggerezza di altri possessori di cani.
Cani tenuti con guinzagli troppo laschi, cani che addirittura si portavano in giro da soli, cani liberi in mezzo alla strada trafficata da auto. 
Abbiamo incontrato parecchia SUPERFICIALITA' da parte di altri conduttori, che ci ha permesso di mettere in pratica una buona dose di ELASTICITA' MENTALE, per gestire il nostro cane in queste situazioni, che se vissute male, possono creare non pochi problemi.
Leggiamo ovunque che il CANE è il miglior amico dell'uomo, peccato che noi molto spesso non siamo dei buoni amici per lui, perchè se lo fossimo, eviteremmo di creare situazioni che possono rovinare la giornata anche alle migliori intenzioni.


Prendiamo ad esempio questa immagine scattata durante la nostra lezione. Sono certa che questi cani siano veramente educati, MA... il codice civile dice che i cani dovrebbero essere condotti al guinzaglio, nello specifico, che il guinzaglio dovrebbe stare nelle mani del conduttore e non nella bocca dello stesso cane.
Quando mi sono permessa di far notare, la cosa ai giovani, richiamandoli all'attenzione del nostro passaggio, la ragazza mi risponde con un tono saccente: "NON SI PREOCCUPI I NOSTRI CANI NON VANNO A DISTURBARE GLI ALTRI CANI".
Dopo una risposta del genere, cosa mai avrei potuto rispondere: "DONNA AVVISATA MEZZA SALVATA".
Mi piacerebbe far passare questo messaggio: NOI NON SIAMO NELLA TESTA DEL NOSTRO CANE, QUINDI NON SAPPIAMO CON ESATTEZZA COSA PENSA, LO POSSIAMO SOLO PRESUPPORRE, IN BASE A COME SI MUOVE E IN BASE A QUELLO CHE COMUNICA CON LA POSTURA E VOCALIZZO. IL RESTO NON CI E'DATO SAPERLO. QUINDI PERCHE' METTERE IN DIFFICOLTA' UN'ALTRO CONDUTTORE CHE MAGARI HA AL GUINZAGLIO UN CANE CHE POTREBBE REAGIRE ALLA VICINANZA DI UN'ALTRO QUATTRO ZAMPE, ROVINANDOGLI COSI' LA PASSEGGIATA?
Sono certa che non tutti saranno d'accordo con me, ma RICORDO A TUTTI, che la mia LIBERTA' FINISCE ESATTAMENTE DOVE INIZIA QUELLA DEGLI ALRI. Un pò di CREANZA, EDUCAZIONE, SAVOIR FAIRE, ELEGANZA, STILE, BUON GUSTO, non saprei come altro chiamarla, insomma, un pò di BUON SENSO, non fare male, inoltre è GRATIS.



Altro esempio.
Anche in questo caso sono certissima che questo bellissimo esemplare di Golden sia un cane equilibrato, calmo, educato, rispettoso degli spazi altrui, ma la Signora intenta nella lettura di un giornale dovrebbe tenerlo legato a lei con un guinzaglio, e non lasciarlo libero sotto al tavolo. Noto che l'esemplare - neanche ai suoi piedi - è un soggetto anziano quindi neanche troppo desideroso di alzarsi a far ronfa, al nostro passaggio non ci degna neanche di uno sguardo, ma  la domanda che mi pongo è la seguente: perchè non possiamo DARE IL BUON ESEMPIO?
Se troviamo sempre una scusa ai nostri atteggiamenti, permettiamo agli altri di fare quello che vogliono, di conseguenza ci troveremmo sempre a combattere contro i mulini a vento. Io credo che sia un nostro dovere CIVICO DARE IL BUON ESEMPIO, soprattutto ai giovani o a quelle persone che per la prima volta si avvicinano all'idea di prendere un cane, NOI stessi possiamo diventare "EDUCATORI", con il nostro comportamento. 


Altro bellissimo esempio dei pericoli incontrati sul nostro cammino...
MA IL PADRONE DOVE SARA'???
Osserviamo questa immagine. 
Un Signore seduto al tavolino di un bar, 3 persone in piedi che parlano e nel mezzo un Cavalier King che ci guarda... con un bel guinzaglio Flexy - NON A NORMA DI LEGGE, il guinzaglio deve avere una lunghezza da 1,20 mt a 1,5 mt e non deve essere estensibile - con il padrone dietro all'angolo della via, che non si sta nemmeno rendendo conto di cosa sta arrivando.. ovvero NOI.. CON 8 CLC.... 

Due osservazioni: 
1- il guinzaglio deve essere a misura fissa e non estensibile, permettendo così al cane di andare dove vuole in un raggio a partire dai 4mt ai 8mt 
2- quando si è in prossimità di un angolo, una svolta, un qualsiasi cosa che ci ostacola la visibilità dobbiamo tenerci il cane vicino, guardare prima di oltrepassare l'angolo cieco perchè potrebbe sopraggiungere un'altro conduttore con un cane magari poco propenso alla socializzazione, un genitore che spinge un passeggino, un bambino, un'anziano una qualsiasi cosa che potrebbe innescare nel nostro cane una REAZIONE. Solo dopo esserci sincerati che al di là di quell'ostacolo non arriva nessuno, solo allora possiamo permettere al nostro cane di allontanarsi da noi, sempre in base alla misura del nostro guinzaglio tradizionale.

Se si usassero queste piccole accortezze, sono certa che vivere il cane in città potrebbe essere ancora più piacevole, non solo per noi, ma anche per chi incontriamo. Le passeggiate sarebbero molto più rilassanti e non un vero e proprio slalom nell'evitare il padrone svampito con cane a seguito.

Questi sono solo alcuni esempi di cosa possiamo incontrare andando in giro con il nostro amico a quattro zampe. Le lezioni di Educazione Cinofila Civica, hanno lo scopo di insegnare a gestire queste situazioni, di apprendere come il nostro cane reagisce a queste situazioni, capire come il nostro cane comunica il suo disagio, il suo interesse, verso quello che andremo a incontrare. 

Molti pensano che sia superfluo seguire una lezione di questo tipo, ma vi posso garantire, che saper gestire bene il proprio cane, significa poter far tutto con lui. 

Per CHI FOSSE INTERESSATO alle nostre LEZIONI DI EDUCAZIONE CINOFILA CIVICA, può contattare i seguenti recapiti:
Tel. Cell.: +39 340 566 43 88

LA PROSSIMA USCITA IN CITTA' SARA' IL 14 OTTOBRE 2018 - PAVIA























































































Allevamento Amatoriale Cane Lupo Cecoslovacco
Addestramento - Educazione Cinofila dedicata alla razza del Cane Lupo Cecoslovacco 
Educazione Cinofila Civica - Naturale
Sulleormedellupo di Katia Verza



Foto Autore: Katia Verza
Le immagini sono coperte da COPYRIGHT. VIETATO qualsiasi utilizzo intero o parziale senza l'Esplicito consenso da parte dell'Autore e la citazione dello stesso.

Nessun commento:

VISITE ....

La mappa dei nostri Visitatori